Cancroregina

by Astolfo Sulla Luna

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €3 EUR  or more

     

1.
2.
3.
04:12
4.

about

miacameretta records - miacam#014 (2012)

credits

released September 24, 2012

Registrato, mixato e masterizzato nel giugno 2012 da Filippo Strang presso VDSS Studio
Prodotto da Astolfo Sulla Luna e MiaCameretta Records
Progetto grafico di Piero Del Gaudio

tags

license

about

Astolfo Sulla Luna Italy

Astolfo Sulla Luna è un trio con una naturale inclinazione alla ricerca di combinazioni fra letteratura e matematica. L’approccio alla composizione è simile a quello dell’opera classica, ma prende i suoni e l'attitudine in prestito dalla scena underground, dal noise al post hardcore, dal math rock al jazz core. ... more

contact / help

Contact Astolfo Sulla Luna

Streaming and
Download help

Shipping and returns

Redeem code

Track Name: 8 settembre u.s.
Oggi
Sono
Lucido
Come
Se
Non esistessi.

Come quando piove a stento
a guardarti negli occhi
ancora mi riconosco
fino al momento in cui non
riusciremo più a convincerci
di stare bene.

Anni per costruire attimi per distruggere.
Anni per costruire attimi per distruggere.

Per quanto ancora?
Track Name: Come sta Annie?
Un minuto intero di beatitudine,
è forse poco per colmare tutta la vita di un uomo? (F.D.1848)

Il tuo soffio amplia le mie risposte
e mi avvinghio ai rumori che ti aiutano a vivere
come se potessi cadere da un momento all'altro.
abbandonammo i nostri corpi in balia
delle carezze lasciandoci consumare
dagli affanni più profondi
fondendo
i pensieri innocenti
gli sguardi ingenui
i nostri sogni in un unico sogno.
in cui ci lasciavamo annegare senza chiederci aiuto.

Mentre il silenzio dissipava gli errori
tu eri fragilità indiscriminata tra le mie dita.
bruciavamo_

Il corrodersi dei minuti
nelle nostre notti bianche.

non odiamoci perchè viviamo,
fuori c'è la tempesta
vieni a piangere con me.
Track Name: Traum
Vieni
vieni ad incontrarmi
senti come brucia nella perversione dei nostri sguardi,
questo silenzio che strangola i sensi.
ci rende un unico tremito, tra le scosse
dei nostri tocchi leggeri...
lasciami cadere ora.
sparisci.
concedimi la fragilità dell'odio
che potresti nutrire...
per te.

Imprigionami nei tuoi attimi
finchè ci sono
è l'impero alla fine della decadenza
l'impeto con cui ci divertivamo
a incarnare l'assenza dell'infinito.
nei nostri sogni stanchi.
monocromatici.
bramavi il mio permesso per stare male
e potermi scrivere qualcosa di toccante.
troppo estranei l'un l'altro per non
intenderci.

La mezzanotte scuote la memoria,
come un pazzo scuote un geranio appassito.